Al via la settima edizione di “Periferia dell’impero Film Festival”

periferie dell'impero film festival arci matidia

Al via il bando per la settima edizione del festival internazionale del corto “Periferia dell’ impero” organizzato dal circolo Arci Matidia di Sessa Aurunca aderente all’ UCCA Unione Circoli Cinematografici Arci, in collaborazione con il comune di Sessa Aurunca e di Film Commission Regione Campania.

Il bando per il 2016 prevede la partecipazione di cortometraggi provenienti da ogni parte del mondo, sottotitolati in italiano, prodotti non prima dell’ anno 2012, che non abbiano partecipato già alle precedenti edizioni,  dalla durata massima di 20 minuti esclusi i titoli di testa e di coda, a tema libero esclusi documentari, animazioni e video musicali; ogni autore può partecipare con una sola opera.  La scadenza per l’ invio delle opere è fissata per le ore 24,00 del 10 Maggio 2016.

Per iscriversi al concorso occorre inviare il link del corto, caricato precedentemente sulla piattaforme Vimeo o You Tube (con l’ eventuale password), allegando un file con la domanda di partecipazione e la ricevuta del contributo di euro 5 (previsto dal regolamento al fine di evitare l’ invio di materiali scadenti) che è possibile versare tramite PayPal all’ indirizzo mail arci.matidia@libero.it .

Il tutto ( link, password, domanda di iscrizione e ricevuta di versamento) può essere inviata con una sola mail all’ indirizzo periferiadellimpero@libero.it , questa procedura permette ai filmmaker  di svolgere l’ iscrizione al festival senza muoversi da casa.

Una competente giuria visionerà tutte le opere pervenute e selezionerà quelle ammesse alle serate finali che si terranno nello splendido chiostro del Castello Ducale di Sessa Aurunca nell’ ultima decade  del mese di Luglio. Alle proiezioni saranno invitati i registi e gli attori dei corti finalisti.

Al miglior corto dell’ edizione 2016 la giuria assegnerà  come premio euro 500 più la statuetta del concorso, è previsto il premio speciale della giuria di euro 300,00 e il premio assegnato dal pubblico mediante una votazione dei presenti alle proiezioni, che ammonta a euro 300,00. Saranno premiati anche il miglior attore e attrice protagonista.

Tutte le notizie del festival è possibile reperirle sul sito www.periferiadellimpero.it

Intercettazioni Festival vol.4

31 luglio 2015
1 agosto 2015

intercettazioni festival arci bandiera bianca

Il 31 luglio e il 1 agosto in piazza San Vito a Contursi Terme ritorna Intercettazioni, il festival artistico-musicale organizzato dal circolo Arci Bandiera Bianca giunto, quest’anno, alla quarta edizione.

Il festival è nato con l’intento di “intercettare” in un paese di provincia il meglio che gli passa accanto e, quest’anno, racconterà la provincia stessa ospitando i progetti musicali che raccontano il vivere lontano dai grandi centri, ma non restando in periferia.

Il 31 luglio alle 19 e 30, Intercettazioni vol. 4 inizierà con Ritmi di festa, la performance dell’antropologo Paolo Apolito, professore dell’Università Roma Tre: un viaggio fra storie e corpi, fra festeggiamenti e suggestioni tratte dalla letteratura e dall’etnografia che compongono la comunità ritmica, il nucleo della vita sociale tra impulsi, legami, mimesi, sentimenti e performer. Seguirà il concerto di Non Giovanni, cantautore tarantino che presenterà il suo ultimo lavoro discografico “Ho deciso di restare in Italia”, un poetico manifesto politico del tornare al Sud, del dividersi tra ansie e amore, raccontato attraverso i fatti di cronaca e l’analisi sociale dello scegliere di vivere i luoghi di origine. Chiuderanno la prima sera del festival i Grammophone, progetto musicale degli ebolitani Felice Calenda, Cristian Peduto, Nicola Bonelli, Gianni Anzillotta e Antonio Concilio. Le sonorità nordiche di “Multiverso”, il loro ultimo album, saranno addolcite in un set appositamente arrangiato per Intercettazioni, la rabbia e la forza avranno una veste nuova, frutto della maturità artistica dei Grammophone che continueranno a esibirsi per tutta l’estate in importanti festival italiani.

Il 1 agosto, invece, inizierà a incantare piazza San Vito, sempre alle 19 e 30, Stefano Vergani, cantautore brianzolo, che ritornerà a Contursi con la sua orchestra. Con “Applausi a prescindere” ha partecipato all’ultima edizione di Musicultura, facendosi apprezzare per le sonorità e per i testi delle sue canzoni che raccontano moti e sentimenti del vivere in provincia in maniera mai scontata, aggiungendo nuova linfa alla tradizione cantautorale italiana ai cui grandi esponenti (Paolo Conte, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci) spesso è accostato. A seguire Emanuele Colandrea che riporterà, “ritrattate”, le canzoni degli Eva Mon Amour di cui è stato il leader. Pilastri del panorama indipendente italiano in versione acustica, le canzoni di Colandrea raccontano della vita quotidiana che si trova di fronte alle cose eccezionali, parole e immagini semplici per descrivere le grandi questioni dell’animo umano, soprattutto l’amore. Colandrea si alternerà sul palco con Galoni, una delle rivelazioni del panorama cantautorale dell’ultimo anno, con cui, oltre a condividere le origini laziali, condivide anche la produzione artistica. “Troppo bassi per i podi” è la raccolta di storie, tra realismo e surrealismo, vissute in provincia, rivoluzioni e rese che fuori la città hanno un senso diverso, cariche di pathos e instabilità. Concluderanno la quarta edizione di Intercettazioni I Camillas, duo pesarese che con il loro concerto coinvolgeranno il pubblico in un viaggio stralunato e ironico tra canzoni nonsense e performance musicali e teatrali. I Camillas, rivelazione dell’ultima edizione di Italia’s Got Talent, si sono fatti conoscere al grande pubblico televisivo, ma conservano l’originalità che li ha portati a scrivere e comporre alcuni fra i brani più conosciuto del panorama indie.

L’arte che investirà la piazza, sarà presente entrambe le sere anche nel vicolo vicino dove sarà ospitata una mostra collettiva che permetterà al grande pubblico di conoscere i lavori degli artisti del territorio e le loro produzioni sperimentali. “Arti meccaniche”, il titolo dell’esposizione, accoglierà i lavori di Michele Amoruso, Luca Califano, Arturo Ianniello, Vincenzo Pisapia e Ilaria Sagaria, foto d’autore e sculture originali racconteranno gli incastri fra corpi e materia.

Per restare aggiornati e conoscere in tempo reale cosa succede nel mondo di Intercettazioni basta connettersi a www.facebook.com/Intercettazioni 

Info: associazionebandierabianca@gmail.com – Cell. 333 4544368

VI edizione “Periferia dell’Impero” Film Festival a Sessa Aurunca

24 luglio 2015
00:00a00:01
25 luglio 2015
00:30

periferia impero arci matilda sessa aurunca

Nelle serate del 24 e 25 luglio, a Sessa Aurunca nel chiostro del Castello Ducale, si terrà la VI edizione del festival-concorso per cortometraggi “Periferia dell’Impero” organizzato dal circolo Arci Matidia Sessa Aurunca (aderente all’Unione Circoli Cinematografici Arci).

Al concorso hanno partecipato 115 opere da tutto il mondo ma sono state selezionate dalla giuria solo 14. La portata dell’evento è intercontinentale e interculturale: Iran, USA, Spagna, Romania,Giappone, Francia e Italia saranno rappresentate dai loro artisti nelle due serate. Le cornici poetiche che hanno caratterizzato la maggior parte delle opere visionate sono il lavoro e le scommesse sulla dignità delle persone. Vai al sito della manifestazione!

Ecco l’ elenco delle 14 opere finaliste della sesta edizione:
“L’ impresa” di Davide Labandi (Italia)
“Rosa” di Alessio Di Cosimo (Italia)
“Have sweet dreams” di Ciprian Suhar (Romania),
“La Smorfia” di Emanuele Palamara (Italia)
“Teatro” di Ivan Ruiz Flores (Spagna),
“Ho appena fatto un sogno” di J.Navarro (Spagna)
“The good boy” di A. L. Lee (Stati Uniti)
“Tacco 12″ di Valerio Vestoso (Italia)
“La bambina” di Alì Asgari (Iran)
“Wut” di Sergi Marti Maltas (Spagna)
“Nel Silenzio” di L. Ferrante M. Ricca (Italia),
“La force de l’age” di Quintin Lecocq (Francia)
“Mokusatsu” di Nour Gharbi (Giappone)
“The fish and I” di Babak Habibifar (Iran)