Nuove opportunità di finanziamento per il terzo settore

La Regione Campania e la Fondazione con il Sud hanno pubblicato nuove opportunità  per finanziare attività  e progetti degli Enti di terzo settore. Di seguito alcune informazioni introduttive e i link per gli approfondimenti.

Bando Biblioteche e Comunità
Fondazione con il Sud
Scadenza: 23 settembre 2019
Il Bando è rivolto alle organizzazioni del Terzo settore e punta a sostenere progetti socio-culturali che coinvolgano le biblioteche nei comuni delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia che hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2018-2019.
IContributo massimo di 100 mila euro (fino al completo utilizzo delle risorse disponibili). Il finanziamento non potrà comunque superare l’80% del costo complessivo del progetto stesso.
Maggiori info: link

Finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale presentati da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale iscritte nei rispettivi registri regionali
Regione Campania
Scadenza: 30 settembre 2019
Il contributo complessivo richiedibile per ciascuna iniziativa o progetto non potrà superare, a pena di esclusione, l’importo di 20mila euro che non potrà, in ogni caso, superare l’80% del costo totale del progetto approvato.
Maggiori info: link

Sostegno alle Imprese Sociali e Aps che gestiscono beni confiscati alla criminalità organizzata
Regione Campania
Scadenza: 31 ottobre 2019
la Regione Campania intende finanziare progetti di avvio, sviluppo e/o consolidamento dell’imprenditorialità sociale all’interno di beni confiscati alla criminalità organizzata, che siano finalizzati alla valorizzazione dei beni confiscati e ad accrescere la competitività dell’impresa e che contribuiscano, in coerenza con la destinazione sociale dei beni stessi, allo sviluppo socio-economico del territorio in cui sono realizzati e alla diffusione della cultura della legalità, rappresentando un’occasione di riappropriazione del bene da parte della comunità di riferimento, sia da un punto di vista simbolico, che in termini di produzione di beni e/o servizi utili alla collettività. Possono partecipare le imprese sociali, le cooperative sociali e i loro Consorzi e le associazioni di promozione sociale.
L’ avviso prevede la concessione di un contributo «de minimis» nella misura del 100% delle spese ammissibili: fino all’importo massimo di € 80.000,00 per gli interventi candidati in forma singola; fino all’importo massimo di € 150.000,00 per gli interventi candidati in forma associata.
Maggiori info: link