Solidarietà alla Fondazione Famiglia di Maria e alla Presidente Anna Riccardi

Esprimiamo la nostra massima solidarietà alla Fondazione Famiglia di Maria e alla Presidente Anna Riccardi per l’atto camorristico intimidatorio che hanno ricevuto ieri, 12 settembre. Un atto vile verso chi lavora ogni giorno per i ragazzi e le famiglie del territorio di Napoli Est contrastando il disagio socio-economico attraverso la cultura e la legalità.

Alessio Curatoli, Presidente Arci Campania


Colpi di pistola ieri pomeriggio contro la sede della Fondazione Famiglia di Maria a San Giovanni a Teduccio. A darne notizia il giornalista Sandro Ruotolo, che sul suo profilo Facebook ha riferito della telefonata ricevuta da Anna Riccardi, la presidente della Fondazione, che lo scorso aprile lanciò un accorato appello scritto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per l’emergenza criminalità al Rione Villa e in tutta la zona di Napoli est. Un’area sotto assedio per le numerose stese di camorra che, proprio negli ultimi mesi, hanno portato all’uccisione di un pregiudicato (Luigi Mignone) davanti ai bambini dell’Istituto Vittorino da Feltre.

Qui la notizia completa su Il Mattino

 

Carovana Antimafie: minacce nel Vallo di Lauro, solidarietà a Giacomo Corbisero

carovana antimafie lauro avellino

Solidarietà dell’Arci Campania al Consigliere Giacomo Corbisero: apprendiamo da Libera Avellino e Libera Vallo Lauro delle minacce e delle intimidazioni che il consigliere Giacomo Corbisero ha ricevuto in seguito al passaggio di martedì 16 giugno della Carovana Internazionale Antimafie nella provincia di Avellino. Attraversando alcuni comuni della Valle di Lauro, i carovanieri, insieme alle associazioni del territorio, hanno fatto tappa presso una villa sottratta al clan Cava a Pago, non ancora assegnata.

Nei giorni successivi, Giacomo Corbisiero, consigliere comunale di Lauro e attivista di Libera, ha ricevuto messaggi intimidatori e minacce dirette alla sua persona. Potete approfondire la notizia leggendo qui.

Alle minacce si sono susseguiti numerosi messaggi di solidarietà rivolti a Giacomo (qui il messaggio della Carovana Internazionale Antimafie) ai quali ci uniamo senza remore: laddove le mafie fanno terra bruciata svuotando i territori e svilendo le relazioni umane, le buone pratiche di attivisti e cittadini (soprattutto con il lavoro e il recupero dei beni sequestrati e confiscati) sono strumenti essenziali per combattere la criminalità organizzata, la corruzione e riformare la politica, puntando alla costruzione di luoghi di aggregazione, di spazi di socialità, e affrontare il degrado e la marginalità sociale attraverso la costruzione di relazioni tra le persone e di reti comunitarie.

Lunedì 29 giugno alle ore 14:30, a Lauro, ci sarà Claudio Fava, vicepresidente della Commissione Antimafia, insieme all’on. Giancarlo Giordano, per esprimere solidarietà a Giacomo ed ascoltare le preoccupazione degli attivisti di Libera Contro le Mafie​. Alle 15:00, Fava si sposterà al maglificio a Villa Graziano (bene confiscato alla camorra e riqualificato) per poi incontrare alle 16 il Prefetto di Avellino e le Forze dell’Ordine. Infine alle 17, al Centro Sociale “Samantha della Porta”, conferenza stampa.