bonus 600 euro lavoratori autonomi e professionisti come fare

Bonus di 600 euro per professionisti, artigiani, commercianti e dipendenti agricoli, del turismo e dello spettacolo

Per far fronte all’emergenza dovuta al coronavirus, il Governo italiano ha approvato un bonus di 600 euro per il mese di marzo per tutti i lavoratori autonomi ed altre particolari tipologie. Il bonus spetta indipendentemente dal reddito.

Come fare: i requisiti e le modalità

La richiesta deve essere inoltrata online sul sito dell’INPS a partire dal 1 aprile 2020.
Non è prevista una scadenza di presentazione ma il bonus sarà erogato dall’INPS fino ad esaurimento del fondo stanziato di 1 miliardo e 800 milioni.

Possono fare richiesta i lavoratori autonomi delle seguenti tipologie:

  • liberi professionisti titolari di partita iva prima del 23 febbraio 2020 iscritti alla gestione separata dell’INPS;
  • titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa alla data del 23 febbraio 2020 ed essere iscritti unicamente alla Gestione separata dell’INPS;
  • artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri iscritti alle gestioni speciali AGO (Assicurazione Generale Obbligatoria)dell’INPS;
  • soci di società di persone o di capitali se singolarmente iscritti all’AGO dell’INPS 

Inoltre il bonus può essere richiesto dai lavoratori subordinati delle seguenti tipologie;

  • lavoratori dipendenti stagionali del turismo e stabilimenti termali che hanno perso il lavoro tra l’1 gennaio 2019 ed il 17 marzo 2020 e non abbiano in corso al 17 marzo alcun rapporto di lavoro;
  • operai agricoli a tempo determinato con almeno 50 giornate effettive nel 2019;
  • lavoratori dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo, da cui deriva nel medesimo anno 2019 un reddito non superiore a 50.000 euro e non titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

Il bonus non concorre alla formazione del reddito personale. Per poter richiedere il bonus le persone non devono beneficiare altre indennità:

  • non devono essere titolari di pensione;
  • non devono esseri iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria (ad es: Architetti, Avvocati, Ingegneri, ecc.);
  • non devono percepire il reddito di cittadinanza.

Per inoltrare la richiesta sul sito dell’INPS è necessario in possesso di uno dei seguenti strumenti: PIN rilasciato dall’INPS; SPID; carta d’identità elettronica 3.0 (CIE); carta nazionale dei servizi (CNS).

Nel caso non si è in possesso di suddette credenziali l’INPS ha previsto una procedura semplificata per il rilascio del PIN accendendo al sito dell’INPS oppure chiamando il numero verde 803164 da rete fissa o lo 06164164 da cellulare. Una volta ricevuto il via sms o via email un codice di 8 cifre sarà possibile compilare e inoltrare la domanda sul sito.

Il nostro appello

Questo aiuto riguarda da vicino tanti professionisti impegnati nel mondo del Terzo Settore ma anche le tante persone che si rivolgono agli sportelli di segretariato sociale gestiti dai circoli dell’Arci in collaborazione con altri ETS.
In seguito all’emergenza coronavirus ed alle diverse norme restrittive approvate oggi tutti questi presidi di informazione, orientamento ed assistenza ai diritti sono chiusi al pubblico.
Ed allora, chi informerà di tali aiuti i tanti lavoratori autonomi in stato di bisogno? Chi aiuterà a districarsi tra le procedure informatiche necessarie?

La preoccupazione è che molte persone, pur avendone diritto, non riusciranno ad accedervi. Questo riguarderà soprattutto coloro che sono più vulnerabili come i tanti ambulanti italiani e stranieri, i braccianti agricoli, piccoli commercianti ed artigiani solo per citarne alcuni.

È indispensabile trovare nuove modalità per riattivare gli sportelli di segretariato sociale, anche grazie all’ausilio dei social e dei nuovi mezzi di comunicazione, per informare ed aiutare le persone bisognose ad accedere a tali aiuti.

È necessaria una mobilitazione civile da parte di tutti. Se conoscente persone che si trovano in stato di bisogno ed in possesso dei requisiti previsti dal bonus non lasciatele sole. Se disponete di un computer ed internet aiutatele a presentare la domanda online.

Condividi: