tarantelle-pé-campà-arci-salerno-campagna-per-migranti-irregolari

“Tarantelle pé campà”: campagna dell’Arci Salerno per i migranti irregolari

“Tarantelle pé campà” è la raccolta fondi per l’acquisto di buoni spesa per i migranti irregolari e privi di sussistenza lanciata dall’Arci Salerno.

La campagna è in favore dei migranti cosiddetti “irregolari” e, contestualmente, un appello per la loro regolarizzazione ed emersione dall’“invisibilità”.

Le tarantelle del titolo sono, in questo caso, anche i brani di artisti e band che hanno deciso di sostenere la campagna, pur restando a casa: Francesco Di Bella, ecco Daniele Sepe, Bruno Bavota, Maldestro e Il Conte Biagio, i primi ad aderire.

I contributi degli artisti

1. Francesco Di Bella – Tarantelle pé campà

Tarantelle pé campàEmergenza Covid 19 – Raccolta fondi per l’acquisto di buoni spesa per i migranti irregolari e privi di sussistenzaSani e salvi. Tutti. Con le note di “Rivelazione” di Francesco Di Bella e la sua band, ARCI Salerno lancia una raccolta fondi in favore dei migranti cosiddetti “irregolari” e, contestualmente, un appello per la loro regolarizzazione ed emersione dall’ “invisibilità”.Le #tarantelle del titolo che abbiamo scelto sono, in questo caso, anche i brani di artisti e band che hanno deciso di sostenere la campagna, pur restando a casa: oltre al già citato Francesco Di Bella, ecco Daniele Sepe, Bruno Bavota, Maldestro e Il Conte Biagio, i primi ad aderire.Gli #invisibili sono loro, i migranti privi di permesso di soggiorno, già costretti a vivere ai margini – in condizioni di schiavitù e sotto ricatto – da leggi inique e da scelte politiche demagogiche e populiste, ed ora, nella drammatica fase dell’emergenza Covid-19, in condizioni di vita ancora più precarie e disumane.Donne e uomini rimasti esclusi il più delle volte dalle misure di sostegno attivate dagli enti locali, tagliati fuori dalle strategie socio-economiche messe in atto dal Governo, e a forte rischio di ritrovarsi esclusi dai percorsi di prevenzione, diagnosi e cura per fronteggiare il virus. Nella fase dell’impegno collettivo per uscire dal tunnel della pandemia, gli invisibili restano inesorabilmente soli, abbandonati al loro destino, ultimi fra gli ultimi, oggi ancor più di ieri: senza diritti – in primo luogo quello alla tutela della propria salute – e senza futuro.ARCI Salerno e gli artisti sostenitori della campagna “Tarantelle pé campà“ si schierano con forza a favore della regolarizzazione immediata di tutti i migranti presenti sul territorio italiano al momento dell’insorgere dell’emergenza. Per dare loro, in questo momento, diritti, piena dignità di esseri umani e pari possibilità di uscire indenni dall’emergenza.Invitiamo tutti a contribuire alla raccolta fondi il cui ricavato consentirà di distribuire ai migranti “irregolari” buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità.Per effettuare donazioni:ARCI SalernoIBAN IT04V0837815201000000405128 Causale: Donazione liberale – Buoni spesa per gli invisibili.

Pubblicato da ARCI Salerno su Lunedì 27 aprile 2020
2. Bruno Bavota – Tarantelle pé campà

Tarantelle pé campàSani e salvi. Tutti. Emergenza Covid 19 – Raccolta fondi per l’acquisto di buoni spesa per i migranti irregolari e privi di sussistenzaÈ "The night of" di Bruno Bavota il secondo contributo alla campagna lanciata da ARCI Salerno, "Tarantelle pé campà", per la raccolta fondi a favore dei migranti cosidetti #irregolari e, contestualmente, per la loro immediata #regolarizzazione.Nella fase dell’impegno collettivo per uscire dal tunnel della pandemia, gli #invisibili restano inesorabilmente soli, abbandonati al loro destino, ultimi fra gli ultimi, oggi ancor più di ieri: senza diritti – in primo luogo quello alla tutela della propria salute – e senza futuro.ARCI Salerno e gli artisti sostenitori della campagna “Tarantelle pé campà“ si schierano con forza a favore della regolarizzazione immediata di tutti i migranti presenti sul territorio italiano al momento dell’insorgere dell’emergenza. Per dare loro, in questo momento, diritti, piena dignità di esseri umani e pari possibilità di uscire indenni dall’emergenza.Invitiamo tutti a contribuire alla raccolta fondi il cui ricavato consentirà di distribuire ai migranti “irregolari” buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità.Per effettuare donazioni:ARCI SalernoIBAN IT04V0837815201000000405128 Causale: Donazione liberale – Buoni spesa per gli invisibili.

Pubblicato da ARCI Salerno su Martedì 28 aprile 2020

Gli invisibili sono loro, i migranti privi di permesso di soggiorno, già costretti a vivere ai margini – in condizioni di schiavitù e sotto ricatto – da leggi inique e da scelte politiche demagogiche e populiste, ed ora, nella drammatica fase dell’emergenza Covid-19, in condizioni di vita ancora più precarie e disumane.

Donne e uomini rimasti esclusi il più delle volte dalle misure di sostegno attivate dagli enti locali, tagliati fuori dalle strategie socio-economiche messe in atto dal Governo, e a forte rischio di ritrovarsi esclusi dai percorsi di prevenzione, diagnosi e cura per fronteggiare il virus.

Nella fase dell’impegno collettivo per uscire dal tunnel della pandemia, gli invisibili restano inesorabilmente soli, abbandonati al loro destino, ultimi fra gli ultimi, oggi ancor più di ieri: senza diritti – in primo luogo quello alla tutela della propria salute – e senza futuro.

ARCI Salerno e gli artisti sostenitori della campagna “Tarantelle pé campà“ si schierano con forza a favore della regolarizzazione immediata di tutti i migranti presenti sul territorio italiano al momento dell’insorgere dell’emergenza. Per dare loro, in questo momento, diritti, piena dignità di esseri umani e pari possibilità di uscire indenni dall’emergenza.

Invitiamo tutti a contribuire alla raccolta fondi il cui ricavato consentirà di distribuire ai migranti “irregolari” buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità.

Per effettuare donazioni:
ARCI Salerno
IBAN IT04V0837815201000000405128
Causale: Donazione liberale – Buoni spesa per gli invisibili.

Condividi: