L'identificazione e la presa in carico delle donne vittime di tratta

L’identificazione e la presa in carico delle donne vittime di tratta

“L’identificazione e la presa in carico delle donne vittime di tratta”: seminario online proposto dall’Arci Salerno nell’ambito del progetto Libere Tutte.

Il seminario analizza il fenomeno della tratta degli esseri umani ed è rivolto agli operatori sociali, sanitari e legali. Si terrà in modalità online nei giorni 1 e 2 dicembre 2020, dalle 15.30 alle 19.30.

Programma (medesimo per le due giornate)

  1. L’identificazione delle vittime di tratta e sfruttamento: tempi e strumenti pratici per un’emersione precoce ed efficace
  2. L’ empowerment delle donne vittime di tratta e sfruttamento: l’importanza di una corretta relazione d’aiuto nel percorso verso l’autonomia
  3. La presa in carico psicologica delle vittime di tratta nell’ambito dell’approccio multidisciplinare dei programmi di emersione e protezione sociale

La partecipazione è gratuita, con accesso limitato. Per iscriversi è obbligatorio compilare il seguente modulo.

Per informazioni: arcisalerno@tiscali.it | progettoliberetutte@gmail.com | Fb Arci Salerno


Il progetto

Libere Tutte! è un progetto finanziato dalla Fondazione CON IL SUD. È rivolto alle donne vittime di tratta accolte nel circuito dei richiedenti asilo. Prevede 4 azioni:

• emersione
• prima assistenza
• sostegno all’autonomia
• formazione e buone prassi

Opera nelle province di Napoli, Avellino, Caserta e Salerno. È realizzato, con il contributo del Comune di Salerno, da Arci Salerno, Dedalus, Don Tonino Bello, La Rada, Mestieri Campania e Nero e non Solo!.

Le azioni

  1. Emersione
    – Individuazione delle vittime di sfruttamento attraverso incontri e colloqui.
    – Attivazione e coinvolgimento degli operatori dei centri di accoglienza nell’identificazione e segnalazione delle vittime.
  2. Prima assistenza
    – Sostegno, ascolto, orientamento e accompagnamento ai servizi territoriali.
    – Assistenza specialistica legale e psicologica.
  3. Sostegno all’autonomia
    – Percorsi socio-educativi di empowerment attraverso borse di integrazione sociale.
    – Opportunità formative per l’inserimento lavorativo attraverso tirocini presso le aziende.
  4. Formazione e buone prassi
    – Sensibilizzazione rivolta agli operatori dei centri di accoglienza.
    – Seminari di condivisione con gli operatori pubblici della rete dei servizi.
    – Condivisione dei risultati ed elaborazione di proposte per migliorare l’approccio istituzionale al fenomeno della tratta.

Condividi: